Perchè dunque sarebbe stato introdotto il linguaggio parlato ed è diventato così dominante? Penso che ci siano molte risposte a queste domande. Mettendo da parte la radicata disposizione a gesticolare quando parliamo [alla base della nascita del linguaggio, ndr], il poter parlare ha dato la “libertà” alle mani di svolgere altre funzioni, come usare utensili, trasportare cose, corrispondere ai bisogni della prole. Il linguaggio stesso è simile al gesticolare, coinvolge i movimenti della lingua, delle labbra e delle corde vocali, ma è localizzato adeguatamente nella bocca. È un precoce esempio di miniaturizzazione e interferisce soltanto con attività saltuarie come mangiare o baciare. Ad esempio diciamo ai nostri figli di non parlare con la bocca piena. E siamo d’accordo con il poeta John Donne quando scrive i versi supplici nel poema “La canonizzazione”: ‘Per amor di dio, tieni a freno la lingua e lasciami amare’. 

 

cit. da The Wandering Mind, di Michael C. Corballis

Share