Quante storie!

Neurom: quante storie che scrivete. Romanzi, racconti, favole, saggi e non solo le scrivete ma le raccontate nelle vostre conversazioni. Autostoppista: è vero. Ad un certo punto, tanto tempo fa, secondo alcune ricerche, ci fu un vantaggio evolutivo per una classe specifica di cervelli. La loro particolarità consisteva nel fatto che rispetto a tutti gli […]

Share

La dipendenza patologica dai libri

Neurom: sei in uno di quei periodi in cui stai chino sui libri o apri il tuo kindle e non parli più. Autostoppista: non posso farne a meno. È difficile da descrivere. Neurom: di che si tratta? Autostoppista: una classica dipendenza patologica dal libro. Sono passato dalla dipendenza alla tolleranza all’assuefazione. Da manuale. Neurom: come […]

Share

Allenarsi al silenzio

Neurom: quante cose avresti da scrivere. Ma non lo fai. Autostoppista: tra un trascritto e l’altro c’è un intervallo col quale mi alleno. Neurom: a cosa? Autostopppista: al silenzio. Neurom: dici che “non scrivere” è silenzio. Mi sembra una cosa strana. Internet è connessione, trasmissione continua. Senza connessione non è silenzio, ma invisibilità. Autostoppista: dici […]

Share

Cervelli in fuga

Autostoppista: ho sognato una conversazione con un cervello. Fuoriusciva dall’orecchio di una persona di cui non vedevo il volto. Neurom: pensi di sapere chi fosse? Autostoppista: no, una persona discreta, non ha mai interrotto il breve dialogo. Neurom: che ti ha detto il cervello? Autostoppista: non ricordo molto. Andava di fretta però sembrava in difficoltà […]

Share