Cervelli in fuga

Autostoppista: ho sognato una conversazione con un cervello. Fuoriusciva dall’orecchio di una persona di cui non vedevo il volto. Neurom: pensi di sapere chi fosse? Autostoppista: no, una persona discreta, non ha mai interrotto il breve dialogo. Neurom: che ti ha detto il cervello? Autostoppista: non ricordo molto. Andava di fretta però sembrava in difficoltà […]

Share

Raggi x

  Neurom: come fa il terapeuta a pensare durante un colloquio? Autostoppista: cosa vuoi dire? Neurom: i problemi che elenca il paziente, l’accumulo, le astrazioni, le contraddizioni, la carica emotiva. Deve essere complicato trovare una via d’uscita alla pressione delle informazioni. Autostoppista: ho capito. Durante un colloquio è tutto condensato. Il tempo sembra accorciarsi e […]

Share

La psicologia del Dr. Jekyll e di Mr Hyde

[…] la psicologia è una roba stranissima. Può occuparsi elegantemente dell’uomo facendo scienza serissima e nello stesso tempo diventare “interpretazione” di fatti soggettivi e culturali. Lo psicologo può studiare scientificamente e non scientificamente l’oggetto di studio, che può essere osservato oggettivamente e allo stesso tempo essere descritto in termini di esperienza soggettiva. E’ la stevensioniana natura della psicologia […]

Share

Lo zero

Neurom: la mente dell’uomo sembra avere problemi con il concetto del nulla. Autostoppista: il nulla, l’assenza, la negazione, il vuoto, lo zero. Molte parole che hanno come prefisso “anti” mettono in crisi la mente umana. Neurom: avete una mente pigra, lo dici spesso. Autostoppista: una mente mai vuota però. Inventiamo parole che possano sostituire il […]

Share