4646642-2966921270-homerDormi poco la notte e non riposi abbastanza? Se stai pensando che converrebbe vivere in una società meno stressata di quella occidentale perché probabilmente si dorme di più, ti sbagli. Infatti, in una ricerca sono stati analizzati alcuni parametri del sonno di persone che vivono in 3 Stati preindustriali e in chi vive in società tecnologicamente sviluppate, tra cui la durata media di sonno notturno. I risultati in sintesi sono stati i seguenti:

  • Nelle 3 società preindustriali della Tanzania, Namibia e Bolivia il sonno delle persone ha parametri simili a quelli occidentali
  • Le persone “preindustriali” non dormono più di quelle “moderne” dato che la durata media del sonno si aggira tra le 5.7 – 7.1 ore
  • Come da noi, vanno a dormire molte ore dopo il tramonto e in genere si svegliano all’alba
  • La temperatura ambientale gioca il ruolo principale in tutte le società nel regolare la durata e i ritmi del sonno

Ok, ammetto che la qualità del sonno notturno non è necessariamente connessa con la quantità. Ma da un punto di vista quantitativo, quando si sostiene che la società moderna ci abbia deprivato anche del sonno rispetto a chi vive in un ambiente non industriale non si fa altro che ripetere un luogo comune messo in discussione da questa interessante ricerca.

Mi chiedo se i ricercatori abbiano riflettuto su come valutare i sogni, cioè se considerarli aspetti del sonno oppure attività paragonabili a quando siamo svegli. In quest’ultimo caso, le misure non sarebbero rappresentative e dormiremmo di meno. Comunque sia: buona notte.

link all’articolo di ricerca

Share